Approfondimenti

Pubblicato il Decreto “Cura Italia”

coronavirus

È stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, in tarda serata, e subito entrato in vigore il D.L. 17 marzo 2020, n. 18 (decreto-legge “Cura Italia”), approvato lunedì dal Consiglio dei Ministri. Il provvedimento – che ora passerà all’esame di Camera e Senato – contiene una serie di misure di sostegno economico per imprese, lavoratori autonomi e famiglie, in conseguenza all’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Covid-19.

Si prevede tra l’altro che per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa in Italia, con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data del 17 marzo 2020, siano sospesi i versamenti da autoliquidazione che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 marzo 2020:

  • relativi alle ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente, e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che tali soggetti operano in qualità di sostituti d’imposta;
  • relativi all’Iva (annuale e mensile);
  • relativi alle addizionali Irpef;
  • relativi ai contributi previdenziali e assistenziali, e ai premi per l’assicurazione obbligatoria.

I versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi:

  • in un’unica soluzione entro il 31 maggio 2020, oppure
  • mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020.

Sono sospesi i termini dei versamenti, scadenti nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti da:

  • cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione;
  • avvisi di accertamento esecutivi emessi dall’Agenzia delle Entrate;
  • avvisi di addebito emessi dagli enti previdenziali;
  • atti di accertamento esecutivo emessi dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli;
  • ingiunzioni emesse dagli enti territoriali;
  • atti esecutivi emessi dagli enti locali sia per le entrate tributarie che per quelle patrimoniali.

Nel proseguio si esaminano in prima lettura alcune delle principali novità del provvedimento.

Read more

Nuove disposizioni per emergenza Coronavirus

coronavirus

È stato definito nella tarda serata di sabato 7 marzo, e pubblicato domenica 8 in Gazzetta Ufficiale n. 59, il D.P.C.M. 8 marzo 2020 – i cui effetti sono già in vigore – che prevede nuove misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Introdotte importanti restrizioni su tutto il territorio nazionale, cui si aggiungono misure ancora più imperative per le zone a maggiore tasso o rischio di contagio. Effettuiamo una prima analisi delle disposizioni, cercando di valutarne la portata e le concrete modalità attuative.

Read more

Nuove modalità per la compensazioni dei crediti in Modello F24

pf-img11

Il decreto fiscale collegato alla manovra – D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, convertito dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157 – ha introdotto, con riferimento ai crediti maturati a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019, nuovi vincoli alla compensazione, sia in ordine alle tempistiche di utilizzo dei crediti, che con riferimento alle modalità di presentazione dei modelli F24. L’Agenzia delle entrate, con risoluzione n. 110/E del 2019, è intervenuta a fornire un utile quadro d’insieme delle nuove regole applicabili.

Nel seguito cercheremo di analizzare nel dettaglio le nuove regole.

Read more

I nuovi obblighi del Codice della crisi

pf-img11

Il Codice della crisi e dell’insolvenza (D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14), all’art. 12, comma 1, prevede, quali strumenti di allerta, oltre agli obblighi informativi dell’organo di controllo e dei creditori pubblici qualificati, il dovere dell’imprenditore di adottare adeguati assetti organizzativi, ai fini della tempestiva rilevazione degli indizi di crisi e della sollecita adozione delle misure più idonee alla sua composizione.

Gli strumenti di allerta entreranno in vigore il 15 agosto 2020; tuttavia, il Codice prevede l’immediata entrata in vigore, fin dal 16 marzo 2019, di alcune disposizioni, che, modificando il codice civile, impongono alle imprese di adottare da subito nuovi assetti organizzativi, modificando anche il regime di responsabilità degli amministratori e dei sindaci ed introducono anche meccanismi di predeterminazione del danno. Si tratta in particolare delle disposizioni contenute negli artt. 375, 377 e 379 del Codice.

Nel seguito cercheremo di analizzare i nuovi adempimenti che dovranno porre in essere imprese organizzate in forma societaria o collettiva, in particolare quelle costituite in forma di società di capitali.

Read more

ISA: emanati gli attesi chiarimenti

pf-img11

E’ stata emanata la Circolare n. 17/E del 2 agosto 2019 , contenente i primi chiarimenti sugli ISA. Si riporta una sintesi delle principali indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, con particolare riferimento alle modalità di applicazione degli Indici e alle cause di esclusione dagli stessi, nonché ai requisiti richiesti per accedere al regime premiale. Importanti anche le indicazioni fornite in merito agli adempimenti posti in capo agli intermediari (con e senza delega alla consultazione del cassetto fiscale del contribuente).

Read more

Fatturazione elettronica: chiarimenti e nuove modalità operative

pf-img11

 

A poco meno di sei mesi dall’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica e a pochi giorni dall’introduzione delle modifiche in merito alle sanzioni sui termini di invio della fattura stessa al Sistema di Interscambio (SdI), l’Agenzia delle Entrate, in data 17 giugno 2019, ha emesso la Circolare n. 14/E – avente ad oggetto “Chiarimenti in tema di documentazione di operazioni rilevanti ai fini IVA, alla luce dei recenti interventi normativi in tema di fatturazione elettronica” – con cui ha fornito importanti indicazioni sulla relativa disciplina.

Read more

Convertito in legge il Decreto crescita: ufficiale la proroga al 30 settembre

pf-img11

 

A pochi giorni dall’approvazione da parte della Camera, nella giornata di ieri 27 giugno il decreto “Crescita” (D.L. 30 aprile 2019, n. 34 ) ha ottenuto anche il via libera definitivo del Senato. È stato infatti approvato con fiducia – con 158 voti a favore, 104 contrari e 15 astenuti – il Ddl A.S. 1354 di conversione in legge del decreto.

Numerose le novità introdotte nel corso dei lavori parlamentari, che vanno ad aggiungersi a quelle contenute nel testo del decreto approvato dal Governo. Nel provvedimento sono confluiti, tra l’altro, la proroga al 30 settembre dei versamenti per i contribuenti che applicano gli Isa, la riapertura dei termini per la rottamazione delle cartelle esattoriali e il saldo e stralcio dei debiti fiscali e contributivi, la revisione delle scadenze per alcuni adempimenti, nonché le principali disposizioni sulla semplificazione fiscale.

Nel seguito diamo un prima lettura al provvedimento.

Read more

Come prepararsi all’arrivo dei corrispettivi telematici ed all’addio alle ricevute fiscali

pf-img11

 

Dal 1° gennaio 2020 i corrispettivi diventano ‘elettronici’. A partire da tale data, infatti, entreranno in vigore per la totalità dei contribuenti le disposizioni di cui all’articolo 2, comma 2, del Decreto Legislativo n. 127 del 5 agosto 2015, così come sostituito dall’articolo 17, comma 1, lettera a) del Decreto Legge 23 ottobre 2018 n. 119. L’avvio dell’obbligo diffuso di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi – già operativo a far data dal 1° luglio 2019 per i soggetti che hanno conseguito un volume d’affari superiore a 400.000 euro nel 2018 – significa l’addio agli scontrini fiscali, ma anche alle ricevute fiscali. Vediamo dunque come affrontare al meglio il passaggio a questo ‘nuovo livello’ del fisco telematico.

Read more

Esterometro 2019

pf-img11

 

Scade il 30 aprile 2019 il termine per l’invio della prima comunicazione delle operazioni transfrontaliere, il cosiddetto “Esterometro”, relativo alle operazioni effettuate nel primo trimestre dell’anno. Si tratta della nuova comunicazione da inviare all’Agenzia delle Entrate, con cadenza mensile, contenente i dati delle operazioni attive e passive intercorse tra soggetti passivi IVA stabiliti in Italia e soggetti esteri (UE o Extra UE).
La comunicazione non deve essere trasmessa per le operazioni documentate da fatture elettroniche o bollette doganali; in quanto in questi casi l’Agenzia delle Entrate ha già a disposizione i dati di tali operazioni.

Nel seguito pubblichiamo una sintesi sulle regole del nuovo adempimento.

Read more

Le risposte dell’Agenzia delle Entrate ai dubbi sul regime forfetario

pf-img11

 

È stata pubblicata in data 10 aprile 2019 la Circolare n. 8/E dell’Agenzia delle Entrate, avente ad oggetto il commento alle novità fiscali introdotte con la Manovra 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145), che va ad approfondire l’intero art. 1 della disposizione, fornendo un sunto di quanto già emerso nel corso dei diversi incontri con la stampa specializzata. Inoltre, specificatamente dedicata al regime forfetario (Legge n. 190/2014), è stata altresì pubblicata la Circolare n. 9/E , sempre in data 10 aprile. In questa sede andremo quindi ad accentrare l’attenzione sulle questioni aperte in merito al regime forfetario analizzando i chiarimenti forniti, in particolare, sulle nuove cause ostative, il passaggio dal regime di contabilità semplificata a quello forfetario e viceversa, il passaggio dalla contabilità ordinaria al forfait.
Read more